Pulegge e cinghie: allineamento e tensionamento tramite sistema laser su software SKF

Tempo di lettura dell’articolo: 4 min

La cinghia è un organo di trasmissione meccanica utilizzato per collegare due alberi, inseriti all’interno di un’apparecchiatura, tramite l’uso di pulegge, il cui interasse può essere piuttosto elevato.

Le cinghie e le pulegge si trovano all’interno di diversi macchinari che ripariamo quotidianamente, come ad esempio: ventilatori, pompe centrifughe e riduttori, ma anche all’interno delle apparecchiature per il sollevamento degli ascensori. 

Quando e perché necessario eseguire il loro allineamento e tensionamento?

Un non corretto allineamento e un mancato tensionamento possono causare vibrazioni ed un’usura precoce delle cinghie e delle pulegge, con conseguente danneggiamento dei cuscinetti e delle relative sedi.

Per ovviare a queste problematiche, nelle nostre riparazioni utilizziamo un sistema laser per eseguire l’allineamento, e un software SFK per calcolare il corretto tensionamento della cinghia, che viene poi misurato con un frequenzimetro a sensore ottico.

Perché abbiamo deciso di dotarci di questo sistema?

Molto spesso il grado di tensionamento di una cinghia viene rilevato a mano rendendo la misurazione soggettiva e difficile da quantificare.

Per superare questo problema, garantire maggiore affidabilità ed uno standard di qualità maggiore delle nostre lavorazioni, abbiamo deciso di dotarci di una strumentazione che potesse rilevare i dati in modo oggettivo e preciso.

Come eseguiamo questo tipo lavorazioni?

L’allineamento viene fatto posizionando due torrette sulle gole delle due pulegge, che si trovano in posizione parallela.

Da una torretta esce un raggio laser che viene visualizzato nell’altra, posta frontalmente e provvista di tacche graduate. Quando il laser punta sulla tacca centrale della torretta parallela significa che il sistema è allineato correttamente.

Altrimenti vengono regolate le pulegge fintanto che il posizionamento del laser non dará il risultato corretto.

Il tensionamento, invece, prevede due step di esecuzione.

Tramite software SKF viene calcolato il valore nominale di tensione che devono avere le cinghie. Inserendo i dati relativi al tipo di macchina (potenza del motore, ore di servizio, interasse tra le pulegge, tipo di pulegge montate, tipo di cinghia che viene montato), il software da un valore in Hertz relativo alla vibrazione della cinghia “pizzicata”.

Successivamente, il tensionamento viene effettuato tramite il frequenzimetro a sensore ottico. Se sul display del frequenzimetro viene visualizzato il valore precedentemente calcolato in Hertz, il sistema risulta tensionato correttamente. In caso contrario, il motore va allontanato o avvicinato a seconda delle necessità.

Grazie a questi sistemi possiamo garantire una qualità delle lavorazioni molto elevata e ridurre le possibilità di errore, aumentando così l’efficienza dei macchinari e la loro durata, con il relativo abbassamento dei costi di manutenzione.

Share this: